Il Consiglio di Stato sulla perequazione romana: se respiri paghi, ma nessuno ti obbliga a respirare

  Il Consiglio di Stato ribalta la sentenza del TAR del Lazio n. 1524 del 2010 e legittima così la perequazione romana, che il TAR aveva, invece, bocciato (si veda in questo blog il post del 9 marzo 2010 “Tu chiamale, se vuoi, perequazioni”). Con la sentenza n. 4545 del 13 luglio 2010 il Consiglio di Stato, Sezione IV, ha … Continua a leggere

L’incarico conferito da un ente pubblico a un avvocato di difenderlo in giudizio è una collaborazione autonoma o un appalto di servizi? E’ un affidamento in economia?

L’avvocato Stefano Bigolaro di Padova, che sentitamente ringraziamo, ci invia una nota che esamina la questione se l’incarico di difendere in giudizio un ente pubblico sia una collaborazione autonoma o un appalto di servizi. La Corte dei Conti del Veneto, con la deliberazione n. 7 del 14.01.2009, ha ritenuto che la difesa in giudizio vada inquadrata nella categoria 21 “servizi legali” contemplata nell’allegato IIB … Continua a leggere

Livello di dettaglio del PAT veneto e misure di salvaguardia

Con la sentenza n. 2954 del 2010 il TAR Veneto esamina la questione del livello di dettaglio a cui possono scendere le previsioni del P.A.T. e del P.I. nel Veneto, anche in relazione alle misure di salvaguardia previste dal P.A.T. fino alla approvazione del P.I. Nel caso specifico, la parte ricorrente affermava che  il P.A.T.I.  (o il P.A.T.) dovrebbe limitarsi a dettare criteri, … Continua a leggere

Art. 38 codice contratti pubblici: omessa dichiarazione sentenze penali di condanna ex art. 444 c.p.p. e insufficienza attestazione SOA

Segnaliamo la decisione del Consiglio di Stato n. 4520 del 2010, che esamina alcune questioni relative all’applicazione dell’art. 38 del codice degli appalti pubblici, in materia di possesso dei requsiti di ordine generale. In primo luogo le valutazioni in ordine alla gravità delle condanne riportate dai concorrenti ad una gara ad evidenza pubblica ed alla loro incidenza sulla moralità professionale … Continua a leggere

Ancora su come si fa a inventarsi un senso per disposizioni legislative che non ce l’hanno: “ovvero ai sensi del comma 2, lettera b)”, nell’art. 23 bis del D.L. 112/2008

Il TAR Calabria di Reggio Calabria, con la sentenza n. 561 del 2010, ci fornisce un altro esempio di quali operazioni acrobatiche sono capaci gli interpreti quando il legislatore scrive frasi prive di senso. Per comprendere meglio questo post può essere utile leggere il post del 26 marzo 2010, intitolato “L’appestato, l’assioma e la prima gara” Dice, infatti, il TAR: “Il … Continua a leggere

L’offerta in un plico “chiuso e sigillato” a pena di esclusione

Il Consiglio di Stato, con la decisione n. 4295 del 6 luglio 2010, ha deciso che, nel caso in cui il bando di gara preveda che le offerte debbano essere presentate in un plico “chiuso e sigillato”, a pena di esclusione, è illegittima l’ammissione di una offerta contenuta in un plico chiuso esclusivamente con colla e nastro adesivo, privo di … Continua a leggere

Pubblicato il primo codice italiano del processo amministrativo

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed entrerà in vigore il 16 settembre 2010 il decreto legislativo 2 luglio 2010 n. 104, contenente l’attuazione dell’art. 44 della legge 18 giugno 2009 n. 69, recante la delega al governo per il riordino del processo amministrativo. E’ il primo codice italiano del processo amministrativo, organizzato sulle azioni: il codice prevede le azioni … Continua a leggere

Alla fine il Consiglio di Stato grazia i bandi Marfurt per il gas

E’ caduto un mito veneto: i bandi per il gas dell’ing Marfurt non sono illegittimi. Negli ultimi anni, a seguito di una capillare impugnazione da parte della società Ascopiave delle gare per il gas con il bando Marfurt, il TAR Veneto si era orientato nel senso di annullare quasi tutte tali gare, per varie ragioni. Ultimamente la discussione si era incentrata anche sulla … Continua a leggere

Ingiunzione di demolizione e individuazione delle aree da acquisire in caso di inottemperanza

La sentenza del TAR Lombardia n. 175 del 2010 esamina la questione se la individuazione delle aree da acquisire gratuitamente al patrimonio del comune, ai sensi dell’art. 31, comma 3, del DPR n. 380/2001 debba essere contenuta in modo preciso nell’ingiunzione di demolizione, arrivando alla conclusione che non è indispensabile. La sentenza appare condivisibile nella parte in cui rinvia la precisa determinazione delle … Continua a leggere

L’applicazione diretta della convenzione europea dei diritti dell’uomo seppellisce definitivamente l’accessione invertita

Il TAR del Lazio ha applicato in materia di espropri il principio in forza del quale i diritti fondamentali garantiti dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali (CEDU), a seguito dell’entrata in vigore del Trattato di Lisbona, sono automaticamente ed immediatamente applicabili al diritto interno degli stati membri. In particolare, il TAR, in diretta … Continua a leggere