Quando la demolizione e la ricostruzione diventa una nuova costruzione invece che una ristrutturazione

L’argomento è trattato dalla sentenza del TAR Veneto n. 1359 del 2011. Dice il TAR: “Rilevata, dunque, l’esecuzione di un intervento di demolizione e ricostruzione con ampliamento, l’amministrazione comunale ha correttamente individuato nella demolizione la sanzione da irrogare, trattandosi di intervento di nuova costruzione. 3.3 Il Collegio, evidenzia, infatti, che il concetto di ristrutturazione edilizia, quale enunciato dall’art. 31, lett. … Continua a leggere

Seminario su piano casa regionale e decreto sviluppo: Spinea 14 settembre 2011

L’assessorato all’urbanistica e edilizia del comune di Spinea organizza un  seminario per i professionisti, dirigenti pubblici, avvocati, tecnici, dedicato al Nuovo piano casa regionale e alle novità in ambito urbanistico e edilizio introdotte dal cosiddetto “decreto sviluppo”. L’appuntamento è fissato per il mercoledì 14 settembre, dalle 9.00 alle 14.30. Il coordinamento dell’iniziativa è dell’arch. Fiorenza Dal Zotto,responsabile del settore urbanistica … Continua a leggere

Il contributo per gli oneri di urbanizzazione non è dovuto se l’intervento non aggrava il carico urbanistico della zona

Segnaliamo in materia la sentenza del TAR Veneto n. 1360 del 2011. Dice il TAR: “3. Nella fattispecie oggetto di giudizio l’intervento edilizio ha ad oggetto la demolizione e ricostruzione di un immobile senza modifica del volume, della superficie utile e della destinazione d’uso rispetto all’edificio preesistente. Come evidenziato dalla consolidata giurisprudenza anche del giudice d’appello, il contributo per gli … Continua a leggere

Come si distinguono le disposizioni degli strumenti urbanistici che devono essere impugnate subito da quelle che vanno impugnate insieme con l’atto applicativo

La questione è affronata in modo molto chiaro e preciso dalla sentenza del TAR Veneto n. 1357 del 2011. Dice il TAR: “4.1. Orbene, in tema di disposizioni dirette a regolamentare l’uso del territorio negli aspetti urbanistici ed edilizi, contenute nel piano regolatore, nei piani attuativi o in altro strumento generale individuato dalla normativa regionale, deve distinguersi fra le prescrizioni … Continua a leggere

La parte soccombente deve rimborsare a quella vittoriosa il contributo unificato a prescindere da una espressa condanna da parte del giudice

La giurisprudenza inizia a prendere posizione sul contributo unificato che il ricorrente deve versare quando deposita in tribunale un ricorso. La questione è rilevante, perchè spesso il contributo ha un importo considerevole (per  esempio, in materia di appalti) e, se il ricorso viene accolto, l’amministrazione è tenuta a rimborsarlo. Il TAR CALABRIA – REGGIO CALABRIA, SEZ. I – sentenza 11 agosto 2011 … Continua a leggere

I terreni dai quali è stata “prelevata” la cubatura possono beneficiare degli incrementi di potenzialità edificatoria previsti in un secondo tempo dallo strumento urbanistico generale?

La cessione di cubatura «neutralizza» le varianti.Niente volumi extra in caso di modifiche al Prg – LO SNODO CHIAVE – Il Dl 70/2011 consente la trascrizione dei diritti di costruzione ma non disciplina la tipologia contrattuale.I terreni da cui è stata “prelevata” la cubatura non beneficiano degli incrementi di potenzialità edificatoria dettati in un secondo tempo dal piano regolatore. La … Continua a leggere

I cagionevoli rapporti tra le leggi dello Stato e il piano casa del Veneto

Pubblichiamo la relazione scritta  dell’avv. Dario Meneguzzo all’incontro  tenuto a Montecchio Maggiore il 27 luglio 2011 sul decreto sviluppo e sul piano casa. Le relazioni dell’arch. Vincenzo Fabris e del prof. Alessandro Calegari sono disponibili, per un certo periodo di tempo, come registrazioni audio MP3 (da scaricare da un sito esterno, salvare sul computer e ascoltare). Per chi avesse problemi di apertura … Continua a leggere

Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o bilanci

E’ stato pubblicto sulla G.U. n. 177 del 1-8-2011 il DPCM 26 aprile 2011, recante “Pubblicazione nei siti informatici di atti e provvedimenti concernenti procedure ad evidenza pubblica o di bilanci, adottato ai sensi dell’articolo 32 della legge 18 giugno 2009, n. 69. (11A10306)” L’art. 32 della legge 69/2009, recante “Eliminazione degli sprechi relativi al mantenimento di documenti  in forma … Continua a leggere

L’adunanza plenaria del CDS su DIA e SCIA: l’inerzia dell’amministrazione è un atto tacito di diniego del provvedimento inibitorio

L’adunanza plenaria del Consiglio di Stato si è pronunciata sulla natura giuridica di DIA e SCIA con la sentenza n. 15 del 29 luglio 2011. I giudici di Palazzo Spada, negano anzitutto che la Dia, dal 2010 sostituita dalla segnalazione certificata d’inizio di attività (Scia), possa essere assimilata a un provvedimento amministrativo impugnabile. Essa è solo una dichiarazione privata presentata … Continua a leggere

Il comune non può negare l’approvazione di un piano di lottizzazione per l’insufficienza dei collegamenti esterni all’area oggetto di lottizzazione

La regola enunciata nel titolo è contenuta nella sentenza del Consiglio di Stato n. 4395 del 2011, che riforma la sentenza del TAR Veneto n. 2686 del 2009, la quale aveva, invece, ritenuto legittimo il diniego di approvazione. Scrive il Consiglio di Stato: “Ritiene la Sezione che la propria precedente decisione n. 4368 del 16 settembre 2008 abbia già sufficientemente … Continua a leggere