Il posizionamento dei condizionatori climatici all’esterno degli edifici (in zona vincolata) è attività edilizia libera?

In questo senso si è espresso il TAR Puglia di Bari, con l’ordinanza n. 847/2011 emessa in sede cautelare. Dice il TAR: “che il posizionamento dei condizionatori climatici all’esterno dell’edificio, pur potendo comportare, in ipotesi, alterazione della sagoma e dell’aspetto esteriore (art 10 comma 1 lett c) t.u. edilizia e art 146 d.lgs n.42/2004) può dirsi opera del tutto minore e … Continua a leggere

Chi deve pagare il contributo di concessione nel caso di voltura del titolo

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (che in Sicilia svolge le funzioni del Consiglio di Stato) ha esaminato la questione di chi sia tenuto a pagare il contributo di concessione nel caso in cui il soggetto al quale viene rilasciato il titolo abilitativo venda il terreno e il titolo venga volturato a favore dell’acquirente. In astratto, si … Continua a leggere

Il comune non può negare il rilascio del certificato di agibilità per omesso pagamento di oneri e sanzioni

Scrive il TAR Puglia-Lecce nella sentenza n. 1762 del 2011: “In base a quanto previsto dagli art. 24 e 25, D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, il certificato di agibilità delle costruzioni costituisce un’attestazione da parte dei competenti uffici tecnici comunali in ordine alla sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità e risparmio energetico degli edifici e degli impianti tecnologici … Continua a leggere

Ogni tipologia di intervento su immobili gravati da vincolo storico-artistico è riservata agli architetti

La sentenza del TAR Lazio n. 7997 del 2011 si occupa della competenza degli architetti e degli ingegneri a proposito degli immobili vincolati (vincolo storico-artistico) e degli immobili non vincolati, ma di “rilevante interesse artistico”. Scrive il TAR: “l’art. 52 attribuisce alla competenza dell’ingegnere civile la cd. parte tecnica, cioè «le attività progettuali e di direzione dei lavori che riguardano l’edilizia … Continua a leggere

La sorte del contratto d’appalto nel caso di annullamento dell’aggiudicazione

Il rito amministrativo in materia di appalti ha subito nel corso dell’anno 2010 diversi interventi di riforma, culminati con l’entrata in vigore del Codice del processo amministrativo. Comunque già prima dell’emanazione del Codice l’Italia doveva dare attuazione alla direttiva 2007/66/CE dell’11.12.2007, c.d. « direttiva ricorsi », nella quale si prevedeva principalmente: a) di garantire in materia di appalti una tutela processuale effettiva … Continua a leggere

I criteri della Corte d’Appello di Venezia per indennizzare i vincoli reiterati: ma così è indennizzo o risarcimento?

Con la sentenza n. 848/2011 depositata in cancelleria il giorno 08.04.2011, la Corte di Appello di Venezia ha condannato il Comune di Verona a pagare un indennizzo di euro 420.000,00 al proprietario di un fondo che era stato assoggettato a vincoli espropriativi, decaduti e successivamente reiterati. La questione è purtroppo nota a molti comuni italiani che si trovano a fare … Continua a leggere

Il valore di mercato di un’area agricola espropriata può variare a seconda delle potenzialità concrete del bene

Con la sentenza n. 181 del 2011 della Corte Costituzionale è stata dichiarata l’illegittimità  dell’art. 5 bis, comma 4 D.L. 11 luglio 1992 n. 333, convertito con modificazioni, in L. 8 agosto 1992, n. 359, in combinato disposto con gli art. 15 comma 1, secondo periodo, e 16, commi 5 e 6, della L. 22 ottobre 1971 , n. 865 … Continua a leggere

Gli orari di apertura dei negozi: i casi dei negozi automatici e di quelli nei comuni turistici e nelle città d’arte

L’avv. Marta Bassanese, che sentitamente ringraziamo, ha predisposto una nota sul tema indicato nel titolo. I negozi automatici sono quelli nei quali sono installati soltanto distributori automatici. Se questi negozi siano equiparati ai normali negozi per quanto riguarda gli orari di apertura e di chiusura si sono pronunziati in modo contrastante il TAR Toscana e il TAR Liguria. La nota … Continua a leggere

Il comune può chiedere che un ricorso straordinario contro il PRG sia deciso dal TAR anche se viene impugnata solo l’approvazione regionale con modifiche

Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica è disciplinato dagli artt. 8 e seguenti del D.P.R. n. 1199 del 24 novembre 1971. Il testo originario dell’art. 10 del decreto prevedeva che soltanto i controinteressati potessero presentare opposizione al ricorso straordinario, chiedendo che lo stesso venisse deciso in sede giurisdizionale (di solito dal TAR). Ricordiamo che l’opposizione consiste in un atto … Continua a leggere

Il completamento funzionale ai fini del condono del cambio d’uso

La questione è trattata dalla sentenza del TAR Veneto n. 1490 del 2011. Scrive il TAR: “2. Il Comune di Sedico respingeva l’istanza di condono, presentata ai sensi della legge n. 724/1994, relativa ad un manufatto in legno ad uso residenziale su un unico piano in quanto, in base ai rapporti della Polizia Municipale del 17.3.1995 e del 28.3.1995, le … Continua a leggere