Nuove leggi regionali

Il Consiglio Regionale del Veneto ha approvato due leggi. La prima legge, ancora da pubblicare, contiene modifiche alla legge regionale 16 aprile 1985, n. 33, recante “Norme per la tutela dell’ambiente”, e si occupa dell’utilizzazione agronomica degli effluenti di allevamento e delle acque reflue provenienti dalle aziende di cui all’articolo 101, comma 7, lettere a), b), e c) del decreto … Continua a leggere

Per la Corte di Cassazione anche il cambio d’uso senza opere abusivo è reato, salvo tra categorie omogenee

La sentenza della III sezione penale della Corte di Cassazione n. 70 del 17 gennaio 2012,, depositata in cancelleria il giorno 8 febbraio 2012, si occupa del cambio d’uso senza opere. Scrive la Cassazione che la modificazione della destinazione d’uso di un immobile, anche senza opere, in contrasto con quanto previsto dagli strumenti urbanistici integra la fattispecie contravvenzionale di cui alla lettera … Continua a leggere

Realizzazione di volumi inferiori in un PUA: per il Consiglio di Stato si può, anzi si sorprende che qualcuno pensi il contrario

La sentenza del Consiglio di Stato n. 927 si occupa, tra l’altro, delle facoltà edificatorie del proprietario di un lotto all’interno di un piano di lottizzazione. Scrive il Consiglio di Stato: “Il piano di lottizzazione, in quanto strumento attuativo del piano regolatore contiene la disciplina di dettaglio del piano regolatore, gli indici volumetrici consentiti, la superficie del lotto minimo, la … Continua a leggere

Circolare del Ministero del lavoro sull’intervento sostitutivo della stazione appaltante quando dal DURC emergono irregolarità contributive

Con la circolare n. 3/2012, il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociale fornisce alcuni importanti chiarimenti in relazione all’art. 4 del D.P.R. 207/2010, che attua il disposto di cui all’art. 5, comma 5 lettera r) del D.Lgs. 163/2006. Quest’ultima prevede un meccanismo c.d. di “intervento sostitutivo” della stazione appaltante, nel caso in cui dal DURC risulti un’irregolarità contributiva dell’appaltatore. … Continua a leggere

Note di indirizzo della Regione Veneto sui lavori di manutenzione in quota

E’ stata pubblicata sul BUR n. 15 del 21 febbraio 2012 la deliberazione della Giunta Regionale veneta n. 97 del 31 gennaio 2012, recante “Approvazione note di indirizzo per l’applicazione dell’art. 79 bis della L.R. 61/85, come modificata dalla L.R. n. 4/2008, aggiornamento delle istruzioni tecniche per la predisposizione delle misure preventive e protettive per l’accesso, il transito e l’esecuzione … Continua a leggere

La proposta della giunta regionale di aggiornamento del costo base di costruzione degli edifici di civile abitazione: segnalazione di un possibile problema

A seguito dell’abrogazione di alcuni articoli della legge n. 392/1978, non sono più stati emessi i decreti ministeriali originariamente previsti per la determinazione annuale dell’elemento del calcolo del canone relativo al cosiddetto “costo base” di costruzione degli immobili di civile abitazione. L’ultimo D.M. LL.PP., determinante il suddetto costo base (che ha approvato il valore per il 1997 pari a €/mq … Continua a leggere

Il piano delle alienazioni degli immobili comunali e il prodigio della moltiplicazione dei pani e dei pesci

Privilegi dei Comuni: le varianti urbanistiche “ad hoc”. Non se ne sono accorti in molti, ma il Decreto Legge 201/2011 “disposizioni urgenti per la crescita, l’equità ed il consolidamento dei conti pubblici” entrato in vigore il 6 dicembre 2011, ha introdotto una norma che permette agli Enti Pubblici di incrementare artificiosamente il valore dei propri immobili prima di immetterli sul … Continua a leggere

Nel caso di voltura del titolo edilizio c’è solidarietà nel pagamento del contributo?

Il Consiglio di Stato nella sentenza  n. 6333 – Sezione V^ – depositata il  30.11.2011, ha statuito che sono il rilascio e l’effettiva fruizione del titolo edilizio che rappresentano i fatti costitutivi della fonte dell’obbligazione di pagamento del contributo di costruzione, sicché chi non ha utilizzato il titolo non assume la qualifica di soggetto obbligato e, quindi, nemmeno di soggetto … Continua a leggere

Quanto costa al comune negare illegittimamente un permesso di costruire in zona C1 già urbanizzata?

Un comune veneto nega un permesso di costruire in zona C1, sostenendo che sarebbe stato necessario un preventivo piano attuativo. Il TAR giudica illegittimo il diniego, in quanto il PRG prevede la edificabilità diretta, e condanna il comune al risarcimento dei danni. Come vengono quantificati i danni? Scrive il TAR: “i ricorrenti hanno quantificato il danno subito nella somma complessiva … Continua a leggere