Le grandi strutture di vendita resistono alle liberalizzazioni delle attività commerciali?

 Il T.A.R. Veneto, con le ordinanze n. 330 e 333 del 25/5/2012 (si vedano i link sottostanti), ha respinto due istanze cautelari contro provvedimenti comunali che, in attuazione dell’art. 4 della L.R. 27/12/2011, n. 30, avevano sospeso i procedimenti amministrativi per il rilascio dell’autorizzazione all’apertura di grandi strutture di vendita commerciali. L’art. 4 della L.R. 30/2011 così recita: “Ai fini … Continua a leggere

Nuovi criteri per gli allevamenti zootecnici intensivi

È stata pubblicata sul B.U.R. n. 40 del 25 maggio 2012  la D.G.R.V. n. 856 del 15 maggio 2012, recante “le modalità di realizzazione degli allevamenti zootecnico-intensivi e la definizione delle distanze sulla base del tipo e dimensione dell’allevamento rispetto alla qualità e quantità di inquinamento prodotto”, ai sensi dell’art. 50, comma 1, lettera d,  punto 5 della L.R. 11/2004. … Continua a leggere

Le liberalizzazioni non prescindono in maniera assoluta dalla disciplina urbanistica

Nel caso esaminato dal TAR Veneto con la sentenza n. 711 del 2012 era stata vietata alla ricorrente la prosecuzione dell’attività, mai autorizzata, di parcheggio a pagamento in favore degli utenti dell’aeroporto Marco Polo e relativo servizio navetta, attività che deve considerarsi autonoma ed estranea rispetto all’attività florovivaistica e commerciale ivi esistente. Successivamente era stata presentata una SCIA per ampliare l’attività … Continua a leggere

Convegno sulle società in house degli enti locali: Villa Cordellina 18 giugno 2012

La Fondazione Centro Studi Amministrativi della Provincia di Vicenza e Venetoius organizzano per lunedì 18 giugno 2012 un convegno sulle società in house degli enti locali, in occasione del quale verrà anche presentato il libro  “Le società in house negli Enti locali e nella Sanità”,a cura di Stefano Bigolaro e Virgilio Castellani, edito da Maggioli. Il convegno si terrà presso la … Continua a leggere

Quando si può autorizzare l’intervento diretto in una zona in cui il P.R.G. subordina l’edificazione alla previa predisposizione di un piano attuativo

Segnaliamo sulla questione la sentenza del Consiglio di Stato n. 2470 del 2012. Scrive il Consiglio di Stato: “Il suolo de quo ricade in zona “C1 di espansione intensiva”, per la quale l’art. 4 delle N.T.A. del vigente P.R.G. subordina l’edificazione alla previa predisposizione di “piano particolareggiato o di lottizzazione, esteso alla maglia di P.R.G.”; il progetto proposto, muovendo dal … Continua a leggere

Improcedibile il ricorso contro la variante al previgente PRG se non vengono impugnati i successivi P.A.T. e P.I.

Lo afferma la sentenza del TAR Veneto n. 627 del 2012. Il TAR dice che diventa improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse il ricorso contro una variante al previgente PRG, se medio tempore viene approvato il Piano di assetto del territorio ed adottato il Piano degli interventi: atti pianificatori questi che – pur se confermano sostanzialmente le medesime destinazioni urbanistiche … Continua a leggere

Il CDS riconferma che il verde privato non è un vincolo ablatorio o assimilabile, ma conformativo

La questione è esaminata dalla sentenza n. 2919 del 2012. Scrive il Consiglio di Stato: “A ragione il giudice di primo grado ha affermato che, in tal senso, il generale potere conformativo di cui è titolare l’Amministrazione Comunale in sede di pianificazione del territorio non coincide in tale evenienza con il ben diverso potere di carattere ablatorio previsto dall’art. 25 … Continua a leggere

Il CDS sulla decadenza del permesso di costruire

La sentenza del Consiglio di Stato n. 2915 del 2012 si occupa di varie questioni riguardanti la decadenza del permesso di costruire. Scrive il Consiglio di Stato: “6.2.1. Per quanto attiene alla questione di fondo che contraddistingue la causa, ossia se la decadenza del titolo edilizio consegue dal mero decorso del tempo correlato all’inattività dell’interessato o se necessita a tal … Continua a leggere

Il ricorso straordinario è uno strumento sempre più sostanzialmente giurisdizionale: considerazioni a partire dal tema dell’accesso agli atti

Segnaliamo l’interessante parere numero 02131/2012 del 07/05/2012, espresso dall’Adunanza delle Sezioni riunite Prima e Seconda del 21 marzo 2012, in materia di ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Il parere, al fine di chiarire alcune questioni in materia di accesso agli atti del ricorso strordinario, ripercorre la storia dell’istituto, un tempo considerato un rimedio solo amministrativo, mettendo in luce la sua … Continua a leggere

Il principio della spending review applicato in concreto a un appalto: non sempre una centrale di committenza è la scelta più vantaggiosa

Il risparmio vero è una cosa seraia, insegna il TAR Lombardia di Milano nella sentenza n. 1350 del 2012. Davanti al TAR era stata censurata l’illegittimità dell’operato di una  stazione appaltante che, pur a fronte di un’aggiudicazione provvisoria alla stessa economicamente molto favorevole, ha preferito rideterminarsi in via di autotutela, annullando la gara, per rivolgersi a una centrale di committenza, … Continua a leggere