Immagina questo coperto di capannoni

Immagina questo coperto di grano,
immagina i frutti e immagina i fiori
e pensa alle voci e pensa ai colori

e in questa pianura, fin dove si perde,
crescevano gli alberi e tutto era verde,
cadeva la pioggia, segnavano i soli
il ritmo dell’ uomo e delle stagioni…”.

Questa era l’idea poetica di Francesco Guccini sulle zone agricole.

Questa, invece, l’ordinanza del TAR Veneto n. 429 del 2012 sulle zone agricole:  “Ritenuto sussistente il requisito del fumus boni iuris del ricorso, apparendo, ad un primo sommario esame, illegittimo, quantomeno sotto il profilo motivazionale, il diniego di sanatoria impugnato con il ricorso principale, laddove considera aprioristicamente incompatibile con la destinazione agricola della zona l’attività artigianale per cui è stata richiesta la sanatoria; ciò in considerazione della funzione generalmente “residuale” della zona agricola e della non tassativa esclusione, da parte degli artt. 17 e 18 delle n.t.a., della possibilità di conferire una destinazione artigianale ai fabbricati agricoli esistenti“.

ordinanza TAR Veneto 429 del 2012.pdf

Immagina questo coperto di capannoniultima modifica: 2012-07-30T06:05:00+00:00da venetoius
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento