Muri di contenimento di terrapieni artificiali, costruzioni e distanze ex D.M. 1444 del 1968

La sentenza del TAR Veneto n. 185 del 2011 ribadisce un orientamento consolidato della giurisprudenza, secondo il quale i terrapieni artificiali e i relativi muri di contenimento costituiscono costruzioni, soggette al rispetto delle distanze previste dalla vigente normativa (pensiamo alla distanza di tre metri cui all’art. 873 del codice civile oppure alla distanza delle costruzioni dal confine, prevista dalle nta). La particolarità di questa … Continua a leggere

Il diritto amministrativo non tollera l’arbitrato irrituale

L’avv. Raffaella Marzocca, che sentitamente ringraziamo, ci invia questa nota nella quale spiega le ragioni per le quali l’arbitrato irrituale non è considerato ammissibile nel diritto amministrativo. La nota affronta la questione di come si fa  a stabilire se una clausola arbitrale preveda un arbitrato irrituale. Il diritto amministrativo non tollera l’arbitrato irrituale.pdf  

La circolare di Tremonti sul contenimento della spesa pubblica

Pubblichiamo la circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 40 del 23 dicembre 2010. La circolare riguarda in particolare la predisposizione del bilancio di previsione per l’esercizio  2011 di enti e organismi pubblici e interpreta il decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Circolare-Tremonti 23-12-10.pdf

La P.A. commissariata non ha il potere di annullare in autotutela un provvedimento del commissario ad acta nominato dal giudice

La sentenza del TAR Veneto n. 188/2011 affronta l’interessante questione dei poteri che residuano in capo alla p.a. dopo  l’emanazione di un provvedimento dal parte del commissario ad acta. L’emanazione del provvedimento, da parte del commissario ad acta, trae origine dal silenzio serbato dalla p.a. a seguito di un’istanza del cittadino. Decorsi i termini di legge attribuiti alla p.a. per … Continua a leggere

Dice il TAR che il costo di costruzione per il rilascio del P.D.C. non può essere inferiore al 5%: bisogna recuperarlo sui permessi sbagliati già rilasciati?

Segnaliamo le sentenze le n. 181 e 189 del 1/2/2011, TAR Ve, II sez. In sintesi, il Comune di Campodarsego – muovendosi in modo isolato nel Veneto – ha ritenuto che l’art. 16 co. 9 del T.U.ed. (che introduce un minimo del 5% per la quota costo di costruzione per il p.d.c.) dovesse trovare immediata applicazione anche nel Veneto, indipendentemente … Continua a leggere

Il consigliere di amministrazione di una fondazione privata designato dal sindaco non è un rappresentante del comune

Segnaliamo la sentenza del TAR Brescia n. 179 del 2011, in materia di nomine da parte del sindaco.  Lo statuto della Fondazione Pompeo e Cesare Mazzocchi Onlus di Boccaglio – istituzione di diritto privato non lucrativa e di utilità sociale che svolge attività nei settori dell’assistenza sociale e socio-sanitaria, istituendo e gestendo in strutture di proprietà una serie di servizi … Continua a leggere

Il Comune può stabilire che gli standards siano monetizzati col valore imponibile ai fini ICI

Segnaliamo la sentenza del TAR Veneto n. 177 del 2011, in materia di monetizzazione di  standards. Dice il TAR che “ai sensi dell’art. 32, comma 2, della L.R. n. 11/2004 «le aree per servizi devono avere dimensione e caratteristiche idonee alla loro funzione in conformità a quanto previsto dal provvedimento della Giunta regionale di cui all’articolo 46, comma 1, lettera … Continua a leggere

Il TAR Veneto precisa che per ampliare col piano casa è imprescindibile la compatibilità urbanistica

L’art. 9, comma 2, della l.r. n. 14 del 2009 (piano casa) stabilisce che gli ampliamenti di cui all’art. 2 del medesimo testo legislativo “sono consentiti esclusivamente su aree che abbiano una destinazione compatibile con la destinazione dell’edificio da ampliare”. Il TAR del Veneto, nella sentenza n.  186 del 2011, esamina un caso di diniego di ampliamento di un immobile a destinazione commerciale in … Continua a leggere

Le violazioni fiscali di modesto rilievo non giustificano l’esclusione dalle gare

Segnaliamo la sentenza del TAR del Veneto n. 115 del 2011, riguardante l’esclusione dalle gare dei soggetti che abbiano commesso violazioni fiscali. Il TAR esclude l’applicabilità della disposzione nel caso di violazioni fiscali di modesta entità rispetto al fatturato del soggetto offerente. Dice il TAR: “l’art. 38, primo comma, lett. g) del DLgs 12 aprile 2006 n. 163 stabilisce che … Continua a leggere

Relazione geologica e relazione geotecnica: linee guida e metodologie di lavoro dal Consiglio Nazionale di Geologi

Il Consiglio Nazionale dei Geologi, con la deliberazione n. 209/2010, ha approvato il documento che definisce gli standard di lavoro da utilizzare come riferimento metodologico per gli studi specialistici, per la redazione della relazione geologica e geotecnica e per la programmazione delle indagini di supporto. Il documento è reperibile sul sito del Consiglio Nazionale dei Geologi. Detto documento, sintesi di … Continua a leggere