Nel caso di offerta economicamente vantaggiosa il principio di pubblicità della seduta non implica di leggervi le offerte economiche

Segnaliamo la decisione del Consiglio si Stato n. 2447 del 2011, che spiega come si applica il principio di pubblicità delle sedute nel caso di una procedura di gara retta dal metodo dell’offerta economicamente vantaggiosa.

Scrive il Consiglio di Stato: “– il principio della pubblicità delle sedute risulta nella specie rispettato in ragione dell’apertura in seduta pubblica dei plichi contenenti la documentazione amministrativa e di quelli contenenti le offerte economiche;

– la mancata lettura delle offerte economiche nella seduta pubblica è giustificata dalla circostanza che l’esame delle offerte economiche, alla stregua della disciplina dettata dalla normativa di gara, non si esauriva nel mero riscontro oggettivo del dato numerico ma implicava la valutazione del tenore dell’offerta alla luce del collegato piano economico-finanziario che costituiva parte integrante dell’offerta;

-risulta quindi applicabile al caso di specie il principio giurisprudenziale che consente la deroga al principio della pubblicità nelle ipotesi in cui venga in rilievo una procedura di gara retta dal metodo dell’offerta economicamente vantaggiosa implicante un’attività valutativa estesa anche alla componente economica (cfr. Cons. Stato, sez. V, 27 aprile 2006, n. 2370; 11 febbraio 2005, n.388;18 marzo 2004, n. 1427);

-il rischio di manipolazioni e sostituzioni è stato nella specie scongiurato anche dalla condotta complessiva della commissione, che, dopo avere aperto in seduta pubblica le buste contenenti le offerte economiche in un torno di tempo successivo alla valutazione delle offerte economiche, ha proceduto a contrassegnare le offerte con l’apposizione di una sigla dei componenti della commissione ed ha assicurato la successiva custodia dei plichi nelle more dell’espletamento della rammentata attività valutativa;

– nel caso in esame risultano, in definitiva, rispettati i principi generali che presiedono all’espletamento delle procedure aventi ad oggetto le concessioni di servizi pubblici ai sensi degli articoli 27 e 30 del codice dei contratti pubblici mentre non sono analogicamente applicabili le norme regolamentari che disciplinano gli appalti di lavori pubblici“.

decisione CDS n. 2447 del 2011.pdf

Nel caso di offerta economicamente vantaggiosa il principio di pubblicità della seduta non implica di leggervi le offerte economicheultima modifica: 2011-04-29T08:11:00+02:00da venetoius
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento