Cambio di destinazione d’uso di un annesso rustico ai sensi dell’articolo 5, comma 9, DEL D. L. N. 70 DEL 2011 (cd. decreto sviluppo)

Il dott. Angelo Frigo, dottore di ricerca in diritto ed economia dell’impresa nell’Università di Verona, che sentitamente ringraziamo, ci invia una nota circa la possibilità di modificare la destinazione d’uso di un annesso rustico per farne, in tutto o in parte, una residenza, applicando l’articolo 4, comma 9, del d. L. 13 maggio 2011, n. 70, convertito in legge 12 luglio 2011, n. 106.

L’autore segnala come: “la modifica della destinazione d’uso possa avvenire attraverso due procedimenti, discriminati a secondo che avvengano contestualmente o meno ad un intervento di demolizione e ricostruzione. Invero, mentre il cambio d’uso slegato dall’intervento di demolizione è attuabile mediante il permesso di costruire in deroga, quello collegato ad un intervento di demolizione e ricostruzione, proprio per effetto del decorso dei 120 giorni (e sempre che la Regione non abbia legiferato), non è assoggettato al procedimento edilizio in deroga, bensì, credibilmente, è condizionato al corrispondente procedimento che in via ordinaria disciplina tale ultimo intervento”.

Ricordiamo che la procedura del permesso in deroga richiede il passaggio in consiglio comunale, mentre l’altro procedimento (quello connesso alla demolizione e alla ricostruzione) no.

Cambio di destinazione d’uso nel Decreto Sviluppo.pdf

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cambio di destinazione d’uso di un annesso rustico ai sensi dell’articolo 5, comma 9, DEL D. L. N. 70 DEL 2011 (cd. decreto sviluppo)ultima modifica: 2011-12-07T06:00:00+01:00da venetoius
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento