Il decreto Monti 201/2011 coordinato con la legge di conversione 214/2011

Pubblichiamo il testo del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201 (in Supplemento ordinario n. 251 alla Gazzetta Ufficiale – Serie generale – n. 284 del 6 dicembre 2011), coordinato con la legge di conversione 22 dicembre 2011, n. 214, recante: «Disposizioni urgenti per la crescita, l’equita’ e il consolidamento dei conti pubblici.

Per l’urbanistica è rilevante l’art. 45, il quale prevede che all’articolo 16 del decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, dopo il comma 2 e’ inserito il seguente:

«2-bis. Nell’ambito degli strumenti attuativi e degli atti equivalenti comunque denominati nonché degli interventi in diretta attuazione dello strumento urbanistico generale, l’esecuzione diretta delle opere di urbanizzazione primaria di cui al comma 7, di importo inferiore alla soglia di cui all’articolo 28, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, funzionali all’intervento di trasformazione urbanistica del territorio, é a carico del titolare del permesso di costruire e non trova applicazione il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.»

 

Il decreto Monti 201/2011 coordinato con la legge di conversione 214/2011ultima modifica: 2011-12-29T06:00:00+01:00da venetoius
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il decreto Monti 201/2011 coordinato con la legge di conversione 214/2011

  1. Interessante sottolineare che con l’IMU le seconde case date in comodato gratuito ai famigliari (genitori-figli e viceversa) non godono di alcuna agevolazione, così come si riduce a 1 il numero massimo di pertinenze che godono ella detrazione della prima casa. Per un mercato già asfittico come quello immobiliare questa ulteriore batosta non ci voleva!

Lascia un commento