Se una istanza viene respinta da un assessore, si tratta di un diniego illegittimo per incompetenza e non di un parere politico

Nel caso esaminato dalla sentenza del TAR Veneto n. 1022 del 2012, un assessore comunale rigettava l’istanza di integrazione retta alberghiera presentata da un cittadino, che presentava un ricorso al TAR, eccependo l’incompetenza dell’assessore a rispondere. La difesa dell’amministrazione eccepiva l’inammissibilità della doglianza, atteso l’evidente carattere non provvedimentale, ma meramente politico della risposta inviata dal Comune.Il TAR ha accolto il … Continua a leggere

Il termine per impugnare un bando non decorre dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE ma su quella della Repubblica Italiana

La questione è stata così decisa dalla sentenza del TAR Veneto n. 985 del 2012, che scrive: “4. In via preliminare, deve essere respinta l’eccezione di tardività della proposizione del ricorso opposta dall’Amministrazione resistente in considerazione della pubblicazione, nel caso di specie “obbligatoria”, del bando sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE, avvenuta il 31 gennaio 2012. 4.1. Al riguardo, è sufficiente osservare … Continua a leggere

Non esiste più la pianta organica delle farmacie ma il Comune deve stabilire le zone

Il D.L. 24 gennaio 2012 n. 1 (c.d. decreto Cresci Italia) convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012 n. 27 ha disposto con l’art. 11, comma 1, lettera c) la modifica dell’art. 2 della l. 2 aprile 1968 n. 475, concernente la disciplina del servizio farmaceutico Il previgente art. 2, comma 1, recitava: “Ogni comune deve avere una pianta … Continua a leggere

Condizioni e limiti per il posizionamento dei cartelli di valorizzazione e promozione del territorio lungo le strade

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha emanato il decreto 23 maggio 2012, che stabilisce le condizioni e i limiti entro i quali, a norma dell’art. 23, comma 7, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, cosi’ come modificato dalla legge 29 luglio 2010, n. 120, lungo ed all’interno degli itinerari internazionali,delle autostrade, delle strade extraurbane principali e … Continua a leggere

I precedenti penali dichiarati dal concorrente non necessariamente comportano la mancanza della moralità professionale

La sentenza del TAR Veneto n. 982 del 2012 si occupa, tra l’altro, del caso in cui il concorrente dichiara di avere precedenti penali. Il TAR precisa che, in tale caso, l’esclusione non è automatica. Dice il TAR: “Quanto al profilo relativo alla pretesa mancata esclusione per il difetto del requisito della c.d moralità professionale di cui all’art. 38, lettera … Continua a leggere

Legge comunitaria regionale del Veneto n. 24/2012

Sul Bur n. 55 del 13/07/2012 è stata pubblicata la legge regionale n. 24 del 06 luglio 2012, recante “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi della Regione del Veneto derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea. Attuazione della direttiva 1992/43/CEE, della direttiva 2009/147/CE, della direttiva 2006/123/CE e della direttiva 2000/29/CE (legge regionale europea 2012)“. La legge contiene, tra l’altro, disposizioni in materia di professione … Continua a leggere

La Regione Veneto ama i “casoti”

Sul Bur n. 55 del 13/07/2012 è stata pubblicata la Legge Regionale del Veneto n. 25 del 06 luglio 2012, recante “Modifiche alla legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio”. La legge stabilisce che gli appostamenti per la caccia (noti come “casoti da cacia”, perlomeno a Vicenza) sono soggetti a … Continua a leggere

L’asssessore assolto nel processo penale non ha diritto al rimborso delle spese legali

La sentenza del Tribunale di Vicenza n. 697 del 2012 si occupa del rimborso spese a un assessore assolto in un procedimento penale riguardante l’attività svolta in tale veste. Il Tribunale respinge la domanda di rimborso, dicendo che, in mancanza di una specifica disposizione di legge che disciplini il caso, bisogna applicare in via analogica, ai sensi dell’art. 12, comma 2, … Continua a leggere

Il TAR non ha giurisdizione sul diniego da parte del Comune del permesso di costruire una centrale idroelettrica

Una società, essendo  titolare della concessione di derivazione d’acqua da un corso d’acqua, al fine della realizzazione delle opere necessarie per la costruzione della centrale idroelettrica, ha presentato al Comune una istanza per il rilascio del permesso di costruire, con annessa autorizzazione paesaggistica. Nonostante la Commissione edilizia integrata fosse favorevole all’intervento sotto il profilo ambientale, pur se con prescrizioni, il componente esperto … Continua a leggere

Anche il Consiglio di Stato mette a carico dei Comuni le rette di degenza

Il Consiglio di Stato, con le sentenze n. 4071/2012, n. 4077/2012  e n. 4085/2012, tutte pubblicate il 10 luglio 2012 conferma l’indirizzo interpretativo espresso nelle sue precedenti decisioni n. 1607/2011 e n. 5185/2011. Nella sentenza n. 4071/2012, in particolare, ribadisce che l’art. 3, comma 2 ter del D.Lgs. n. 109/1998, il quale rinvia ad un successivo DPCM la sua attuazione, … Continua a leggere