Devono essere segnalate all’Autorità sui contratti pubblici tutte le false dichiarazioni rese in sede di gara, comprese quelle relative ai requisiti di ordine generale di cui all’art. 38

Segnaliamo la sentenza del TAR Veneto n. 455 del 2011, in materia di false dichiarazioni rese in sede di gara. Scrive il TAR, a proposito dell’obbligo di indicare tutte le condanne subite: “quanto alla mancata dichiarazione della condanna subita da uno dei componenti il costituendo RTI, va richiamato il recente orientamento del Consiglio di Stato (Sez, VI, n. 782/2011), secondo … Continua a leggere

Le violazioni fiscali di modesto rilievo non giustificano l’esclusione dalle gare

Segnaliamo la sentenza del TAR del Veneto n. 115 del 2011, riguardante l’esclusione dalle gare dei soggetti che abbiano commesso violazioni fiscali. Il TAR esclude l’applicabilità della disposzione nel caso di violazioni fiscali di modesta entità rispetto al fatturato del soggetto offerente. Dice il TAR: “l’art. 38, primo comma, lett. g) del DLgs 12 aprile 2006 n. 163 stabilisce che … Continua a leggere

Determinazione Autorità Vigilanza sui requisiti di cui all’art. 38 del codice dei contratti

L’autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture ha emanato la determinazione n. 1 del 12 gennaio 2010, riguardante l’interpretazione e l’applicazione dell’art. 38 del codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163), riguradante i requisiti di ordine generale per la partecipazione alle gare. Pubblichiamo in allegato il testo della determinazione determinazione Autorità … Continua a leggere