Il Consiglio di Stato sulla perequazione romana: se respiri paghi, ma nessuno ti obbliga a respirare

  Il Consiglio di Stato ribalta la sentenza del TAR del Lazio n. 1524 del 2010 e legittima così la perequazione romana, che il TAR aveva, invece, bocciato (si veda in questo blog il post del 9 marzo 2010 “Tu chiamale, se vuoi, perequazioni”). Con la sentenza n. 4545 del 13 luglio 2010 il Consiglio di Stato, Sezione IV, ha … Continua a leggere

Tu chiamale, se vuoi, perequazioni

Nel consorzio umano comandare agli altri, costringere qualcuno a fare qualcosa, esercitare il potere, prima che scelte volontarie, sono istinti, probabilmente funzionali al successo non soltanto del condottiero, ma anche del suo gruppo. Senonchè, in alcuni è altrettanto istintivo (e probabilmente altrettanto funzionale) sottrarsi all’altrui potere e, magari, prendere il posto di chi comandava. Quando questa dialettica si esaspera, può esplodere la violenza, … Continua a leggere